Una delle prime formazioni dell'Empoli Football Club

L’Empoli Football Club compie un secolo di vita

Facebooktwitterby feather

In questa settimana la ricorrenza da celebrare è di quelle importanti, per la città di Empoli: la squadra di calcio cittadina compie un secolo di vita. Il 13 giugno 1920 nasce ufficialmente l’Empoli Football Club. In realtà ci sono pareri discordanti, e spesso appare come data di fondazione dell’Empoli il mese di agosto; in effetti, le prime cariche sociali furono assegnate proprio in agosto, e quindi l’indicazione è corretta; ma la data di nascita ufficiale dell’Empoli Foot Ball Club (allora in Italia veniva spesso scritto rigorosamente staccato!) sarebbe da collocarsi nel mese di giugno di quel fatidico 1920. Per la precisione, su una cronaca dell’epoca datata appunto 13 giugno 1920, si legge: “A cura di alcuni giovani appassionatissimi allo sport, si è costituita in Empoli una squadra per il giuoco del football. Domenica prossima sosterrà un incontro amichevole a San Miniato con la squadra di quella città. Di questa nuova società è stato iniziatore l’egregio sig. Vieri Gamucci”. Nasceva dunque l’Empoli Foot Ball Club. Quella partita fu disputata qualche giorno dopo, al campo dell’Abetone (si tratta del primo campo sportivo cittadino adibito al gioco del calcio, collocato immediatamente al di là degli alberi della Pinetina, dove attualmente è situata Piazza Ristori). Ma sentiamola direttamente quella partita, dalle nitide voci dell’epoca, tratte dalla cronaca del Piccolo Corriere del Valdarno e della Valdelsa, il glorioso settimanale empolese che descrisse la vita cittadina per oltre un ventennio (1906-1928, ndc): «Giovedì sera alle ore 18,30 ebbe luogo, nel campo dell’Abetone, l’annunciata partita amichevole tra la nostra squadra Empoli Foot Ball Club e quella dell’Ardita Foot Ball Club di San Miniato. Nel primo tempo la squadra empolese ha segnato un gol, mentre la squadra di San Miniato ne ha segnati 2. Nel secondo tempo le squadre non hanno segnato gol. Molto pubblico assisteva all’interessante sfida. Ecco i nomi dei componenti le due squadre: Empoli Foot Ball Club: Tuti, Terreni, Busoni, Salimbeni, Tamburini, Colombarotto, Setti, Baronti, Gamucci (cap.), Nugnez e Demi; Ardita Foot Ball Club: Bertoncini (port.), Bianchi, Vivaldi II, Paoli I, Paoli II, Capecchi, Vivaldi III, Diomelli, Fantozzi, Benedetti e Giorgi». In sostanza, anche se il cronista appare molto diplomatico, l’Empoli aveva perso la sfida, ma di lì a poco, nel mese di novembre, nel torneo di San Miniato lo squadrone in maglia rossa – ebbene si, all’inizio l’Empoli giocava proprio in maglia rossa – metterà in riga tutte le migliori squadre della zona. Era cominciata una corsa leggendaria.

Paolo Santini @RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwitterby feather

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.